Gualdo Tadino

Nonostante la vacanza in Umbria fosse partita come una settimana di relax totale senza uscire dalle porte del cancello, non saputo resistere al richiamo di luoghi sconosciuti, e già prima di andare pensavo a che escursioni avrei potuto fare nelle vicinanze. Chiacchierando con un’amica, ho scoperto che lei sarebbe stata a casa proprio in quel periodo, e quindi che fai non vai a trovarla? Così una mattina ho messo i cani in macchina e ho guidato verso Gualdo Tadino. Il paese non era tanto vicino a dove soggiornavo, ma ne è valsa la pensa per salutare un’amica e scoprire un posto nuovo.

La cittadina sorge alle pendici dell’Appennino, a 535 metri sopra il livello del mare, e sembra una vera città di montagna, pulita e organizzata. Immersa nella natura, dalla cittadina partono numerosi sentieri che portano a valle o in montagna.

Visto il poco tempo a disposizione, ci siamo mosse per lo più in macchina.

La prima tappa è stata la cima mozzafiato del Monte Serrasanta. Un panorama meraviglioso, che sarei potuta stare ad ammirare per ore (tanto che è diventato la mia foto in HOME). Sopra il monte Serrasanta sorge anche il Santuario della SS. Trinità, dal quale si può godere della vista sulla vallata della Flaminia.

Seconda tappa è stata a un incantevole eremo immerso nella foresta, con annessa passeggiata tra gli alberi. L’ora di pranzo era nel frattempo arrivata e invece di andare in qualche ristorante, Valeria, la mia amica, e io abbiamo pensato di prenderci un bel pezzo di pizza e di mangiarcelo in riva a un ruscello nascosto con la sua cascata, molto vicino alla città ma non tanto conosciuto.

Dopo esserci godute pizza e frescura, ci siamo prese un caffè nella piazza centrale del paese.

Un’escursione breve, ma davvero molto consigliata, magari con più tempo, facendo i percorsi consigliati dall’ottimo sito turistico del paese.

Lascia un commento